IO DIGIUNO perchè non devono tornare gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari

 

Per la Salute Mentale: uscire dalla logica manicomiale, diritti, doveri e cittadinanza.

Esprimiamo grande preoccupazione a proposito del testo di un comma del Disegno di Legge “Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all'ordinamento penitenziario” art. 1 comma 16 lettera d AC 4368, approvato al Senato e ora in discussione alla Camera AC 4368, che, se confermato, rischia di riaprire la stagione degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (Opg).  Viene infatti ripristinata la vecchia normativa disponendo il ricovero di detenuti nelle Residenze per le Misure di Sicurezza (Rems) come se fossero i vecchi OPG.

A pochi giorni dalla chiusura dei manicomi giudiziari, così le Rems rischiano di diventare a tutti gli effetti i nuovi Opg, travolgendone e stravolgendone la funzione. Vanificando l’ straordinario lavoro degli operatori che ha portato in questi mesi ad oltre 500 dimissioni. E smentendo la grande riforma che ha chiuso gli OPG, la legge 81/2014, che vede nelle misure alternative al detenzione, costruite sulla base di un  progetto terapeutico riabilitavo individuale, la riposta prevalente da offrire. Non abbiamo chiuso gli OPG per vederli riaprire sotto mentite spoglie.

stopOPG propone perciò una nuova staffetta del digiuno, durante la discussione del DdL alla Camera, per ottenere lo stralcio della norma in questione.

Di enorme significato è la decisione dell’ex Commissario unico per il superamento degli OPG Franco Corleone di avviare la staffetta del digiuno i giorni 12, 13 , 14 aprile. Su www.stopopg.it la pagina dedicata alla staffetta.

Per aderire alla staffetta del digiuno scrivere all’indirizzo redazione@stopopg.it “nome e cognome, città, ev. associazione di appartenenza, ev. incarico-professione”

 

Staffetta digiuno stopOPG aprile - maggio 2017

ultimo aggiorn.
ore 11
21 aprile

NOMINATIVO CITTA ASSOCIAZIONE, INCARICO O PROFESSIONE
Franco  Corleone Firenze Ex commiss.unico superam.OPG
       
Franco  Corleone Firenze Ex commiss.unico superam.OPG
Paola Castellani    
Valerio Canzian Milano Urasam Lombardia

Donato Morena

   

Enzo Costa

Roma Presidente Auser

Livio Ferrari

  Autore manifesto "no prison"
       
Franco  Corleone Firenze Ex commiss.unico superam.OPG
Denise Amerini Roma FP Cgil
Paola Castellani    
M. Antonella Barbagallo Torino Unasam
Piera Scanzola Bergamo Associazione orizzonte
Manuela Granaiola Firenza Senatrice

Alfonsina Guarino

Potenza Psichiatra
Francesco Rossello Savona Cgil Savona
Tonino Aceti Roma Trib. Diritti malato Cittadinanzattiva
Sabrina Nardi Roma Trib. Diritti malato Cittadinanzattiva
Marisa Nicchi Roma Deputata
Paolo Pesel Trieste Psichiatria Democratica
Angelo Gallizioni Leffe (BG) Associazione L’Orizzonte
       
Stefano Cecconi Roma CGIL
Alberta Basaglia Venezia Fondazione Basaglia
       
Nerina Dirindin Torino Senatrice
Carlo Piazza Nogara Psichiatra Resp. REMS
       
Gianfranco Rizzetto Venezia CGIL Venezia, Assoc. Cittadinanza e salute
       
Maria Grazia Giannichedda Roma Fondazione Basaglia
Daniela Pezzi Roma Pres. Consulta salute mentale Lazio
Luigi Manconi Roma Senatore. A buon diritto
Valentina Calderone Roma A buon diritto
Carlo Piazza Nogara Psichiatra Resp. REMS
Vincenzo Saulino Roma Forum Salute e Carcere
Immacolata Cassalia Reggio Calabria Ass. Insieme per la disabilità (Unasam)
Laura Mazzaglia Chieri Segretariato sociale chierese
       
Maria Grazia Giannichedda Roma Fondazione Basaglia
Giovanna Del Giudice Trieste Copersamm
Elia De Caro Bologna Antigone
Denise Amerini Roma FP Cgil
Leonardo Fiorentini Ferrara Consigliere comunale
Patrizio Gonnella Roma Antigone
don Luigi Ciotti ...leggi il  comunicato Libera
Fabio Gui   Forum salute e carcere
Pietro Pellegrini Parma Direttore DSM Ausl Parma
       
Ivan Novelli  Roma La Società della Ragione
Hassan Bassi Roma Forum Droghe
Lorenzo Toresini Trieste Club Spcd No Restraint, Ass. Difesa malato TS, psichiatra
Franco Rotelli Trieste Presidente Comm. Sanità e Politiche sociali Consiglio Reg.le Friuli V.G.
Peppe Dell’Acqua Trieste Psichiatra
Maria Grazia Cogliati Dezza Trieste Collana 180 ed. alphabeta
Valerio Canzian Milano Unasam Aresam Lombardia
Don Sandro Spriano Roma Cappellano Casa Circondariale Rebibbia, resp. area carcere Caritas Roma
Daniele Lugli   Movimento nonviolento
Virgilio Baccalini   Club Spcd No Restraint, Ass. Difesa malato TS, psichiatra
       
Macio Fada Brescia RSU Spedali Civili Brescia
Nerina Dirindin Torino Senatrice
Renzo Magosso Milano Giornalista Società della Ragione
Sonia Paone Pisa Docente Uni PI
       
       
Stefano Cecconi Roma CGIL
Vito D’Anza Pistoia Forum Salute Mentale
Renzo Magosso Milano Giornalista Società della Ragione
Toto' Pecoraro Caltanissetta Assoc. Ligabue, avvocato
  Elisa Castellano Roma Fondazione Di Vittorio
       
       
Carlo Piazza Verona Resp. REMS Nogara
Franco Corleone Firenze Ex commiss.unico superam.OPG
       
Maria Grazia Giannichedda Roma Fondazione Basaglia
Daniela Pezzi Roma Pres. Consulta salute mentale Lazio
Fabio Ragaini Moie di Maiolati Grusol
Paola Perseu Oristano Indipendente. Commercialista
       
       
Carlo Piazza Verona Resp. REMS Nogara
Daniele Pulino Sassari Fondazione Basaglia
  Franco Corleone Firenze Ex commiss.unico superam.OPG
       
Gisella Trincas Cagliari  Unasam nazionale
Stefania Amato Brescia Avvocato camera penale BS
don Luigi Ciotti ...leggi il  comunicato Libera
Pietro Pellegrini Parma Direttore DSM Ausl Parma
Anna Gioia Trasacco Aversa Forum Salute Mentale CittadinanzAttiva
Michele Passione Firenze Avvocato
Natascia Curto Torino Centro studi per i diritti e la vita indipendente UniTO
       
Ivan Novelli Roma La Società della Ragione
Gisella Trincas Cagliari  Unasam nazionale
Valerio Canzian Milano Unasam Aresam Lombardia
       
Patrizia Meringolo Firenze Docente Università Firenze
Maura Benvenuti    
Gigi Bettoli Pordenone Legacoop Sociali
       
Stefano Cecconi Roma CGIL
Toto' Pecoraro Caltanissetta Assoc. Ligabue, avvocato
       
       
Paolo Pesel Trieste Psichiatria Democratica
Attilio Baldan Venezia Assoc. Per l’inserimemto sociale sofferenti psichici Lo Specchio

Paolo Pesel Trieste Psichiatria Democratica
       
Elvira Morana Palermo CGIL Regione Sicilia
       
       

 

 

Il comunicato integrale

Il comitato nazionale stopOPG riunitosi a Roma il giorno 10 aprile 2017 dichiara:

  • esprimiamo grande preoccupazione a proposito del testo del Disegno di Legge Giustizia (articolo 1 comma 16 lettera d), approvato al Senato e ora in discussione alla Camera AC 4368, che, se confermato, rischia di riaprire la stagione degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (Opg).  Viene infatti ripristinata la vecchia normativa disponendo il ricovero nelle Residenze per le Misure di Sicurezza (Rems) come se fossero i vecchi Ospedali Psichiatrici Giudiziari OPG.

  • Così, se non si rimedia, saranno inviati nelle strutture regionali, già sature, i detenuti con sopravvenuta infermità mentale e addirittura quelli in osservazione psichiatrica.

  • A pochi giorni dalla chiusura dei vecchi Opg, così le Rems rischiano di diventare a tutti gli effetti i nuovi Opg, travolgendone e stravolgendone la funzione. Vanificando l’ straordinario lavoro degli operatori che ha portato in questi mesi ad oltre 500 dimissioni. E smentendo la grande riforma che ha chiuso gli OPG, la legge 81/2014, che vede nelle misure alternative al detenzione, costruite sulla base di un  progetto terapeutico riabilitavo individuale, la riposta prevalente da offrire. Non abbiamo chiuso gli OPG per vederli riaprire sotto mentite spoglie.

  • Il problema che si vuol risolvere è garantire le cure troppo spesso ostacolate o negate dalle drammatiche condizioni delle carceri ? E’ giusto ! Ma Il diritto alla salute e alle cure dei detenuti non si risolve così. Occorre che si rafforzino e si qualifichino i programmi di tutela della salute mentale in carcere e che il Dap istituisca senza colpevoli ritardi le sezioni di Osservazione psichiatrica e le previste articolazioni psichiatriche.

  • E soprattutto si devono potenziare le misure alternative alla detenzione.

  • Così invece, moltiplicando strutture sanitarie di tipo detentivo dedicate solo ai malati di mente (le REMS come contenitore unico), riproduciamo all’infinito la logica manicomiale. Il rientro di queste persone nel carcere (o comunque nel “normale” circuito delle misure alternative alla detenzione) serviva e serve proprio a ridimensionare il ruolo del cd “binario parallelo”.

  • E ancora, è gravissimo che le persone c.d. ex art. 148 CP (con sopravvenuta malattia mentale in carcere) siano reclusi in gran parte a Reggio Emilia e a Barcellona Pozzo di Gotto senza rispettare il principio della territorialità.

  • Chiediamo ancora una volta un intervento deciso del Governo per rimuovere quanto inopinatamente la norma in discussione ha disposto, a sostegno del faticoso processo di superamento degli Opg. Ci auguriamo che nella discussione alla Camera dei Deputati ciò avvenga.

Per questi motivi stopOPG decide di:

  1. proclamare una nuova staffetta del digiuno, durante la discussione del ddl Giustizia alla Camera, per ottenere lo stralcio delle norme che riportano ai vecchi OPG (ddl AC 4368 art. 1 comma 16 lettera d). Lo stralcio delle norme è stato richiesto anche dalla Conferenza delle Regioni. Di enorme significato è la decisione dell’ex Commissario unico per il superamento degli OPG Franco Corleone di avviare la staffetta del digiuno (la lettera appello di Corleone). PER ADERIRE alla staffetta del digiuno scrivi a redazione@stopopg.it

  2. sollecitare la Commissione Giustizia della Camera a convocarci in audizione come richiesto

  3. sollecitare la sottoscrizione dell’appello salvate le Rems dallo spettro OPG

  4. riprendere il Viaggio attraverso le REMS e di partecipare al costituendo coordinamento REMS del 18 e 19 maggio a Bologna (Convegno SIEP)

 

AllegatoDimensione
banner io digiuno grande.png106.04 KB
banner io digiuno medio.png46.02 KB